Menu

Sistema per l’analisi dei dati spaziali nei bacini fluviali

  • Share

Project details

Sommario
In questo progetto ARCADIA SIT ha prodotto un geodatabase ESRI ed un portale gis/webgis per supportare l’analisi spaziale nel settore ambientale, per monitorare l’utilizzo del territorio in prossimità dei fiumi, e per diffondere le informazioni prodotte. I dati elaborati hanno riguardato mappe forestali, mappe del territorio (Corine Land Cover), piani urbani delle città, reti idrografiche dei quattro principali fiumi lombardi (Lambro, Mella, Seveso e Olona), rete fognaria e mappe catastali. Le informazioni ottenute dall’analisi di questi elementi hanno permesso di sviluppare modelli analitici, scenari futuri e fare analisi diacrone.
Tutte le informazioni, contenute nel webgis, sono visibili e utilizzabili da diverse organizzazioni, come Regione Lombardia, Azienda Regionale ERSAF (ex IREALP), Province lombarde, ATO.

Descrizione
Produzione di geodatabase ESRI per supportare l’analisi spaziale nel settore ambientale e per monitorare l’utilizzo del territorio in prossimità dei fiumi e lo sviluppo di un portale web / webgis per la diffusione delle informazioni prodotte. I dati prodotti / elaborati sono:

  • Mappe forestali
  • Uso del suolo (Corine Land Cover)
  • Piani urbani delle città
  • Base dati topografici standard ” Intesa G.I.S.”
  • Mappe catastali
  • Idrografia
  • Idraulica
  • Scarichi
  • Fognature
  • Database delle industrie

L’area di interesse del progetto ha coinvolto quattro dei principali fiumi lombardi: Lambro, Mella, Seveso e Olona, per un totale di 900 kml di corsi d’acqua.

Il progetto prevede la progettazione e lo sviluppo di informazioni sui prodotti webgis per la distribuzione di informazioni a diverse organizzazioni: Regione Lombardia, Azienda Regionale IREALP ed ERSAF, Province lombarde, ATO, ecc.

Il sistema offre una vasta gamma di servizi web per la consultazione e l’analisi delle informazioni e l’accesso ai dati organizzati in uno specifico server, o dati forniti dal geoportale della Regione Lombardia ed esposti attraverso il servizio web.
Sono state sviluppate funzioni di analisi specifiche sia in Arcgis sia in ambiente Web utilizzando librerie JavaScript. In particolare, è stato elaborato un piano per integrare il prodotto (dati e informazioni) nel Sistema informativo geografico della Regione Lombardia, implementandolo con le tecnologie ESRI.

I modelli Web sono stati prodotti per fornire un accesso semplice ed efficiente agli utenti del sistema e per configurare e specializzare la presentazione delle informazioni in relazione al campo di interesse dell’utente. Modelli disponibili:

  • Consultazione mirata di informazioni e immagini prese da un elicottero, con funzioni specifiche di navigazione e in sincronia tra immagini ed elementi cartografici pubblicati
  • Navigazione di dati catastali, con ricerca e navigazione da diverse combinazioni di identificatori
  • Costruzione e l’analisi di diversi scenari

La convalida delle informazioni finalizzata alla qualità e coerenza sono stati implementati in Python:

  • Controllo geometrico
  • Controllo topologico
  • Verifica delle informatzioni alfanumeriche associate agli oggetti in mappa

Un set specifico di script è stato sviluppato per la verifica dei dati catastali e la loro coerenza spaziale con altri elementi organizzati nel geodatabase e la costruzione di una correlazione finalizzata ai dati di copertura del suolo, e gli aspetti morfologici. Gli edifici sono verificati in relazione a quelli nel data base topografico. La creazione di una chiave univoca consente di mettere in relazione le diverse informazioni e di aggiornarle quando necessario.

Il geodatabase che raccoglie le diverse informazioni ha attualmente dimensione di circa 50 Gb. Comprende 275 comuni e copre un territorio di oltre 3.000 chilometri quadrati con una lunghezza dei corsi fluviali oltre 900 km. Il set di informazioni è armonizzato su una scala di 1: 10.000 e include:

  • Elementi catastali (particelle, fabbricati) > 340.000 oggetti
  • Elementi sensibili nella fascia di protezione fluviale > 360.000 oggetti
  • Mappe tematiche > 1.500.000 oggetti
  • Elementi di trasporto (strade, ferrovie): > 140.000 oggetti

Il progetto prevedeva la costruzione di una serie di .mxd (progetti ESRI) per la preparazione delle mappe che rappresentavano:

  • Data base topografici
  • Mappe catastali
  • Piani di sviluppo
  • Aree dei fiumi
  • Fabbricati e strutture che ricadono nelle fasce fluviali
  • Carta pedologica
  • Carta dell’uso del suolo
  • Carta degli scenari

Definire per ciascuna di queste rappresentazioni grafiche le regole di visualizzazione. Le mappe degli scenari sono composte dinamicamente in funzione del valore assunto da alcuni campi nelle tabelle degli attributi. In questo modo, la procedura di produzione degli scenari, permette, variando i parametri nelle tabelle degli attributi di ottenere una diversa classificazione degli elementi e di conseguenza un cambiamento nello scenario, producendone uno nuovo.
Sono stati creati file di progetto (.mxd) con rappresentazioni dettagliate, per uso dei comuni, e per riepilogare i risultati di rappresentazione per tutte le aree fluviali.

Il Model Builder è stato utilizzato nel progetto in modo intensivo per diversi tipi di attività, come la verifica dell’accuratezza delle informazioni di input:

  • Controllare / aggiornare l’uso illegale del terreno in prossimità delle aree fluviali, identificazione dei proprietari del terreno
  • Controllare / aggiornare i lavori che possano influenzare il fiume
  • Controllo degli scarichi nel fiume e dei tipi di sostanze scaricate dalle industrie
  • Controllare con immagini termiche alla ricerca di punti con cambiamento della temperatura dell’acqua per rilevare scariche illegali o abusivi

Analisi delle informazioni e produzione di scenari:

  • Correlazione delle diverse informazioni in base alla posizione
  • Calcolo degli indicatori per elaborare le informazioni originali e salvarle nel database
  • Classificazione degli elementi: strutture, opere, distanza dal fiume, comune in cui si trovano, aggiornamento dello stato di catastale, pubblico / privato, ecc. Combinazione di localizzazione con altre informazioni

Una serie di procedure categorizzate combinando il Generatore di modelli con strumenti di geo-elaborazione sono state utilizzate ripetutamente per analizzare i diversi comuni interessati dalle aree fluviali.
Questo progetto è stato principalmente testato sulla funzionalità e sulla “navigabilità” del prodotto, data la complessità e il numero delle informazioni sulla mappa e la pubblicazione descrittiva. Per quanto riguarda gli aspetti generali sono stati testati:

  • Tempi di risposta nella presentazione delle mappe
  • Leggibilità dei dati
  • Interazione tra le mappe ed altre informaizoni

Il progetto gestisce i dati su molte informazioni spaziali correlate:

  • Catasto
  • Uso del suolo
  • Scarichi industriali
  • Area dei fiumi
  • Telerilevamento

Dal punto di vista ambientale, l’introduzione di sostanze nei fiumi viene gestita con il punto di scarico e tramite collegamento tra industrie e dati catastali accompagnata da informazioni sulla sostanza derivante dai processi produttivi.

Nella preparazione delle informazioni abbiamo svolto attività per generalizzare le informazioni provenienti da diverse fonti e da diversi settori, questi dati avevano scale differenti e diversi dettagli di informazione. Come primo passo viene definita come cartografia di base la mappa numerica tecnica regionale (1: 10.000) e tutte le informazioni più dettagliate sono state generalizzate con attività che portano alla riduzione delle classi, combinazioni di elementi (come le unità volumetriche presenti nel data base topografico hanno stato aggregato in corpi di edifici) e semplificazione della geometria. Tra i vari obiettivi della gestione, il progetto fornisce analisi statistiche organizzate per il territorio comunale e fluviale:

  • Modifica dei dati relativi alla copertura del suolo forniti dai dati catastali in una data anteriore rispetto alla mappa di copertura del suolo prodotta nel 2009
  • Il numero di edifici per comune non trovati nei dati catastali causa la mancanza di aggiornamento
  • Numero di proprietà che rientrano nell’area di rispetto fluviale per valutare, a seconda del tipo di uso del suolo, il gettito fiscale recuperabile
  • Numero di strutture che rientrano nell’area di rispetto fluviale per valutare, a seconda del tipo di struttura, il gettito fiscale recuperabile

Customer

LOMBARDIA REGION - ERSAF

Skills

  • GIS
  • Cartograpphy
  • Data Analysis
  • WebGis Development
  • Cadastre
  • Topographic Database
  • Quality Control Procedure

Recently in Project